Domande frequenti sui probiotici

Per definizione, i probiotici sono microrganismi vivi che, se somministrati in quantità adeguata, apportano benefici alla salute dell’ospite. Il nostro corpo è abitato da un vasto numero di microrganismi che vivono in pacifica coesistenza con noi: il loro insieme è detto microbiota o, erroneamente, flora batterica. L’armoniosa interazione tra microbi e villi, microbi e intestino crasso è di fondamentale importanza per il corretto funzionamento dei nostri organi; essi, supportandosi a vicenda, si aiutano nella secrezione di enzimi, nella produzione ed assimilazione di sostanze e nel mantenimento del benessere dell’organismo.

Il termine “probiotico” significa “a favore della vita”. I probiotici sono quindi batteri utili a favorire il naturale funzionamento delle nostre attività fisiologiche. Tali microrganismi, una volta ingeriti in adeguate quantità, sono in grado di esercitare funzioni benefiche per l’organismo e per il microbiota intestinale.

Affinché possa essere definito probiotico, un microrganismo deve avere un determinato numero di caratteristiche e proprietà specifiche:

  • Essere naturalmente presente nell’intestino
  • Resistere all’azione digestiva dei succhi gastrici, enzimi intestinali e sali biliari
  • Aderire alle cellule intestinali e colonizzarle
  • Apportare un effetto benefico per la salute.

A che cosa servono i probiotici?

I probiotici sono preziosi alleati per la salute del nostro organismo. Non servono solamente a favorire il regolare funzionamento del microbiota intestinale, ma sono anche in grado di difenderci dalle malattie. Infatti, un buon apporto di probiotici, aggiunto ad un’alimentazione sana ed equilibrata, è in grado di rinforzare le difese immunitarie, alleviare i sintomi del colon irritabile, prevenire infezioni vaginali e allergie stagionali. Inoltre, i probiotici sono importanti alleati nella protezione dal tumore all’intestino.

Come e quando consumare i probiotici?

Per ottenere validi risultati ed avere una buona efficacia, i probiotici devono essere sempre assunti a stomaco vuoto, per un tempo medio di 4 settimane, meglio se assunti la mattina appena svegli.

In quali alimenti si trovano i probiotici?

I probiotici si ritrovano in molti alimenti fermentati, tra i quali il thè kombucha, il miso, il kefir, il tempeh e i crauti, ma si possono assumere anche tramite lo yogurt ed alcuni latticini. Con Bifidice sarà possibile fornire all’organismo i microorganismi probiotici di cui necessita anche mangiando del delizioso gelato grazie alla sua tecnologia innovativa! Ossia nell’unione tra lo stadio di crescita specifico dei bifidobatteri e le temperature di congelamento alle quali sono sottoposti.

Che differenza c’è tra fermenti lattici e probiotici?

I fermenti lattici, generalmente presenti nello yogurt e in alcuni latticini, non sopravvivono al passaggio attraverso il tratto gastrointestinale; al contrario, i probiotici sopravvivono alle barriere naturali dell’organismo arrivando vivi all’intestino e in grado di fermentare e far proliferare il nostro ecosistema batterico. Il metodo Bifidice si basa sulla diversa sensibilità dei microrganismi all’azione degli enzimi digestivi nel tratto gastrointestinale umano, seleziona i bifidobatteri in un periodo specifico del loro ciclo cellulare che permette loro di oltrepassare in sicurezza l’ambiente più aggressivo del tratto gastrointestinale. L’innovazione di questa tecnologia risiede proprio nella combinazione dello specifico stadio di crescita dei probiotici e delle temperature di congelamento.

A che età consumare i probiotici?

Il consumo di probiotici è adatto a tutte le età, ma soprattutto a quella dei bambini, poiché favorisce un corretto sviluppo; ecco perchè è necessario integrare nella loro (e nella nostra) dieta quotidiana prodotti ricchi di microrganismi probiotici, soprattutto bifidobatteri, che oltre a favorire il benessere del loro microbiota intestinale, renderà ancora più forti le loro difese immunitarie! Bifidice è studiato appositamente per piacere ai bambini: offre una valida possibilità di integrazione dei bifidobatteri nell’alimentazione sotto forma di delizioso gelato.

Fonti

  1. https://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/probiotici.html 
  2. https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/articoli/lesperto-risponde/prebiotici-probiotici-e-simbiotici-cosa-sono-e-cosa-servono1 
  3. https://it.wikipedia.org/wiki/Bifidobacterium
  4. https://www.efarma.com/consigli/lactobacilli-bifidobatteri-cosa-bisogna-sapere/
  5. https://microbioma.it/probiotici/fermenti-lattici-o-probiotici-ecco-le-differenze/

 

*Disclaimer
Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione.

0%

We use cookies to improve your experience using this site.